LE GRANDI COTTURE DELLE CARNI 6

La cucina ritrovata: i sapori, i profumi, il piacere, la preparazione, il rito della grandi ricette a base di carne
LE GRANDI COTTURE DELLE CARNI
ANCHE LA PADELLA VUOLE LA SUA PARTE
quando praticità fa rima con golosità
Che c'azzecca la padella tra le grandi cotture della carne?
Non è forse la padella il regno indiscusso della solita fettina, una volta tanto messa in secondo piano dall'esuberante sapidità dei tagli di cui abbiamo parlato nelle pagine precedenti? Grazie alla sua praticità la padella è diventata il modo più quotidiano di preparare la carne: questo però non significa che dalla padella non possano uscire delle ricette gustose, che conciliano la fretta di tutti i giorni con i sacrosanti diritti del palato. Non dobbiamo infine dimenticare che la soddisfazione psicologica trasmessa da un piatto ben preparato, anche se semplice, è una delle componenti di una alimentazione corretta.
La padella metterà comunque alla prova la vostra preparazione pratica, perchè anche la cottura più semplice richiede degli accorgimenti particolari. Attenzione ai grassi di cottura che devono essere ben caldi, ma non devono bruciare: solo quando il condimento "sfrigola" è il momento della carne. E' importante scegliere con cura gli strumenti del mestiere indirizzandosi su padelle con un fondo spesso che diffondono uniformemente il calore del fuoco, assicurando una cottura più uniforme.
Usando le padelle antiaderenti, oggi molto diffuse, è possibile ridurre l'uso di grassi o perfino eliminarli, aggiungendo il condimento crudo sulla carne già cotta o appena scottata.
Queste padelle hanno il vantaggio di non far attaccare la carne e di essere più facili da lavare: vanno però trattate con una certa cura, evitando l'uso di utensili in acciaio, che possono graffiare il rivestimento, preferendo utensili in plastica o legno.Per la cottura rapida, scottate la carne da un lato e copritela con un coperchio per non riempire il piano cottura di schizzi: rigiratela e scottate sull'altro lato.
Due idee veloci veloci?
Ciliegine alla Vito
Con delle fettine di carne semimagra (spiegate al macellaio cosa dovete farne) tagliate sottili come per un carpaccio, preparate dei fagottini piccoli come ciliege con un ripieno di pangrattato, olio, parmigiano, origano e prezzemolo. Chiudete con uno stecchino e fate rosolare senza olio; il condimento è già nel ripieno.
Tagliata
Sempre senza condimenti, scottate nella padella antiaderente delle striscioline di carne magra e lasciate che asciughino bene: una volta cotte conditele con olio, sale, pepe e prezzemolo. Se volete assaggiare una vera specialità preparatene qualche porzione in più da mangiare fredde il giorno dopo. Per un piatto dall'aroma intenso, sostituite il prezzemolo con la rucola.
Volete lasciare la padella più a lungo sul fuoco?
Pizzaiola saporita
Prendete delle fettine ben battute di carne semimagra, scottatele condendo con un filo d'olio da entrambe le parti, aggiungete qualche fetta di cipolla, dei pomodori cirietti, sale, pepe.
Dopo aver rosolato gli ingredienti, coprite e continuate la cottura a fuoco moderato per circa 40 minuti. A fine cottura potete aggiungere delle fettine di caciotta, origano e peperoncino, cuocendo coperto fino alla fusione del formaggio.
Dopo aver rosolato gli ingredienti, coprite e continuate la cottura a fuoco moderato per circa 40 minuti. A fine cottura potete aggiungere delle fettine di caciotta, origano e del peperoncino, cuocendo coperto fino alla fusione del formaggio.
Giusto
Sbagliato
Scaldare bene la padella prima di ! iniziare la cottura. Se la padella e troppo fredda il risultato sarà una suola da scarpe bollita.
Passare la nuova antiaderente con un batuffolo di cotone imbevuto d'olio: e una specie di rodaggio da effettuare prima di metterla in uso.
Bruciare il condimento. l'olio e il burro bruciati non solo alterano il gusto della pietanza, ma sono anche molto dannosi per la salute.
L avare le antiaderenti con spugne o lcreme abrasive. Per una perfetta pulizia basta una spugna morbida e un po' di detersivo. Se avete bruciato qualcosa, ponete la padela sul fuoco piena d'acqua e fate bollire per 5 i minuti. lavate poi come al solito.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi