Cin Cin – Brindiamo alle Carni 4

Cin Cin
Brindiamo alle Carni
Soave:
Soave Classico, Soave Superiore, Recioto di Soave, Recioto di Soave Spumante, Soave Spumante

Uve: Garganega. Possono concorrere anche uve dei vitigni Pinot Bianco, Chardonnay, e Trebbiano di Soave fino a un massimo del 30%
Zona di produzione: In tutto o in parte i territori dei comuni di Soave, Monteforte d'Alpone, San Martino Buon Albergo, Lavagno, Mezzane, Caldiero, Colognola ai Colli, Cazzano di Tramigna, San Bonifacio, Roncà, Montecchia di Crosara e San Giovanni Ilarione.
Caratteristiche: Colore: giallo paglierino a volte tendente al verdognolo. Profumo: vinoso, intenso e delicato. Sapore: asciutto, secco, di medio corpo, armonico e leggermente amarognolo.
Gradazione minima 10,5°.
Se con 11,5° e un anno di invecchiamento può fregiarsi della specificazione "Superiore".
Se é prodotto nella zona più antica (Soave e Monteforte d'Alpone) merita la qualifica di "Classico". Esiste anche "Spumante naturale".
E' un vino che non richiede invecchiamento. Maturazione ottimale a 1 anno
Come servirlo: stappare la bottiglia al momento. Servire a 7-8°.

Recioto di Soave
Prodotto con le stesse uve del Soave Superiore, sottoposte a leggero appassimento fino al raggiungimento di una gradazione alcolica naturale di almeno 14°
Caratteristiche: Colore: giallo dorato. Profumo: vinoso, intenso e fruttato. Sapore: amabile, vellutato, armonico di corpo.
Gradazione minima 14°

Paparelle calde ai fegatini
Ingredienti per 4 persone: 350 gr di paparelle fresche, 200 gr di fegatini di pollo, 1 cipolla piccola, qualche foglia di salvia, 40 gr di burro, grana grattugiato, sale, 1 litro di brodo di carne. Soffriggete in una padella con il burro la cipolla, la salvia e i fegatini di pollo, puliti e tagliati a fettine sottili. Salate.
Una volta cotti trasferiteli in una pentola e copriteli di brodo bollente. Ravvivate l'ebollizione, versate le paparelle, che cuoceranno in pochi minuti. Servite bollente, eventualmente cospargete di poco formaggio grattugiato.
Piatto ampiamente presente in tutto il veronese che fa onore alle tagliatelle, presenti sulle nostre tavole fin dall'alto Medioevo.
Accompagnate con Soave Classico o Lugana.
Riso e trippe alla veronese
Ingredienti per 4 persone: 1/2 Kg di trippa mista, 200 gr di riso Vialone nano, 1 cipolla, 2 coste di sedano, 1 carota, prezzemolo, rosmarino, 200 gr di formaggio grasso di monte grattugiato, olio, 40 di gr burro o lardo (in antico strutto), sale, pepe, 1 cucchiaio di farina bianca, 1 cucchiaio di farina gialla, 1 litro di brodo di carne. Fatevi tagliare la trippa dal vostro macellaio e sciacquatela. Tritate la cipolla, la carota e le due coste di sedano. Rosolate nell'olio e burro o lardo. Aggiustate di sale e pepe.
Aggiungete la trippa ben infarinata e metà brodo e fate cuocere a fuoco lento. Dopo almeno tre ore, a seconda della consistenza della trippa, aggiungendo il brodo necessario, versate in piena bollitura il riso, il rimanente brodo, ed in circa 20 minuti avrete una densità giusta per una buona minestra.
Cospargete di formaggio grattugiato ed aggiungetene su ogni piatto. Otterrete una gustosa variante se sostituite al riso dell'orzo, circa 200 gr, che avrete ammorbidito in acqua tiepida, per almeno 12 ore. Bisognerà versarlo però almeno un'ora prima di quanto si fa con il riso.
Accompagnate con Valpolicella Classico.
Negli anni passati, quando un buon piatto di trippa rappresentava un pasto completo, esistevano locali che, almeno due volte alla settimana, si dedicavano alla trippa ed esponevano un cartello con su scritto "oggi trippe".
Nelle rigide mattinate d'inverno lungo l'Adige, le numerose trattorie offrivano ai contadini, che all'alba erano già in strada per recarsi ai mercati, piatti bollenti di trippe fra "le sette e le dieci del mattino".
Bianco di Custoza
Bianco di Custoza, Bianco di Custoza SpumanteUve: Trebbiano (20-45%), Garganega (20-40%), Trebbianello (5-30%), Cortese, Malvasia, Riesling, Pinot Bianco e Chardonnay (da soli o congiunti, 20-30%)
Zona di produzione: In tutto o in parte il territorio dei comuni di Sommacampagna, Villafranca, Valeggio, Peschiera, Castelnuovo, Sona, Bussolengo, Pastrengo, Lazise. Il terreno é prevalentemente morenico di natura calcarea, con scarsa umidità. Custoza è una frazione di Sommacampagna.
Caratteristiche: Colore: giallo paglierino lucente. Profumo: vinoso, molto profumato, leggermente aromatico. Sapore: sapido, morbido, delicato, di giusto corpo, leggermente amarognolo.
Gradazione minima 11°.
Esiste anche "Spumante naturale".
E' un vino che non richiede invecchiamento. Maturazione ottimale a 1 anno
Come servirlo: Stappare la bottiglia al momento. Servire a 10°.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi